Focaccia

Hi everyone!

after a few days off, I’m back again for a new treat: focaccia!

This one, I have to admit, is not a recipe of mine: I’ve only slightly adjusted the one from Leila Lindholm’s book, ” sweet and savoury swedish bakind”. have you already checked  this book? It’s gorgeous. This summer I’ve baked this focaccia over and over again, sometimes doubling or tripling the ingredients to make 4 or 6 focaccias per time… they disappeared always before next day. I have to admit, it was for those focaccias that we started to buy flour wholesale. They are addictive.

I find that, when we cook or bake ( and love to ), there is always a strong component of memoir and and a hint of nostalgia in it; one of my first memories in fact revolves around food: my mother and grandmother have always been great cooks ( and this way I can’t but  fool around with that romantic vision of the Italian mamas… but, mums aren’t always like that?! ), and I have very strong memories of my grandma preparing gnocchi side to side with her sister-in-law… they where not on very good terms, but, when in the kitchen, all seemed to go smoothly. My sister and I used to climb up on a chair and help rolling  gnocchi over the wooden board to make the characteristic indentation. Then, we would eat them for lunch… so, so creamy and soft.

And, what about my mother’s pizza? She used to bake it in the week-end, she rolling dough out and me spreading  tomato salsa all over it. then, we would freeze it and have it for a midafternoon snack at school. Always such a pride to have a little treat that my mother baked all by herself!

Well, this focaccia is all about that; is as soft as a pillow, full of little salt flakes on top and delicious as can be. Please try it, you won’t be disappointed!

Ciao a tutti!

dopo qualche giorno di lontananza, eccomi di nuovo qui con qualcosina di buono: focaccia!

Questa ricetta, devo ammetterlo, non è mia: ho semplicemente aggiustato un pochino la ricetta tratta dal libro di Leila Lindholm, ” Pane, dolci e biscotti”. avete già dato un’occhiata a questo libro? E’ fantastico. Quest’estate ho preparato queste focaccie in continuazione, a volte raddoppiando o triplicando gli ingredienti per prepararne 4 o 6 alla volta… sparivano sempre prima del giorno dopo. Devo ammetterlo, è stato a causa di queste focaccie che abbiamo iniziato a comprare la farina all’ ingrosso. Sono una droga.

Trovo che, quando cuciniamo ( e amiamo farlo ), c’è sempre, in tutto ciò, una forte componente di ricordi e un tocco di nostalgia; in effetti, uno dei miei primi ricordi riguarda il cibo: mia madre e mia nonna sono sempre state ottime cuoche ( e qui non posso far altro che gingillarmi con questa visione romantica delle mamme Italiane… ma, non sono comunque sempre così, le mamme?! ), ed ho ricordi molto vividi di mia nonna che preparava gli gnocchi fianco a fianco a sua cognata… non erano in ottimi rapporti, ma quando erano in cucina, tutto sembrava filare via liscio. Mia sorella ed io eravamo solite arrampicarci su una sedia per aiutarle a rotolare gli gnocchi sulla tavola di legno, per ottenere le caratteristiche indentature. in seguito, li avremmo mangiati per pranzo… così cremosi e soffici!

E, cosa dire della pizza di mia madre? era solita prepararla nel week-end, lei che stendeva la pasta ed io che ci spalmavo sopra la salsa di pomodoro. In seguito, la congelavamo e ce la portavamo per la merenda a scuola. Era sempre un tale orgoglio avere qualcosa di buono che mia madre aveva preparato con le sue mani!

Ebbene, questa focaccia riguarda proprio tutto questo: soffice come un cuscino, ricoperta di piccoli fiocchi di sale, e più deliziosa che mai. Per favore provatela, non ne resterete delusi!

Focaccia

per 2 focacce

  • 25g. lievito di birra fresco
  • 300 ml acqua tiepida ( circa 38°C: se vi immergete il dito dovreste avvertire solo una lievissima sensazione di calore… a meno che non abbiate la febbre! )
  • 1 cucchiaio di sale grosso, più 2 cucchiai
  • 2 cucchiai di miele
  • 50 ml olio d’ oliva, più 4 cucchiai
  • 500-700 g. farina
  • per condire: rosmarino, timo, olive, cipolla rossa affettata fine, pomodorini… tutto quello che preferite

sbriciolare il lievito in una ciotola; quindi, versatevi sopra l’ acqua tiepida e mescolate fino a farlo sciogliere; quindi, aggiungete l’ olio, il miele e il cucchiaio di sale, e mescolate bene.

aggiungete la farina tre cucchiai alla volta, mescolando bene; intorno ai 500g. di farina utilizzati, dovreste ottenere un impasto appiccicoso, troppo denso da lavorare con il cucchiaio; allora, infarinatevi bene le mani e procedete ad aggiungere un cucchiaio di farina alla volta, fino ad ottenere un impasto liscio ed elastico, ma non secco.

Lavoratelo per 5 minuti con il gancio, oppure per almeno dieci a mano; quindi, sistematelo in una ciotola profonda e copritelo con un panno, lasciandolo lievitare per almeno un’ora ( se fuori dovesse far freddo, io sistemo l’impasto, scoperto, su una teglia foderata di carta forno, e inforno a 38-40°C: funziona a meraviglia ).

Preriscaldare il forno a 220°C.

Quindi, con delicatezza, senza lavorarlo troppo, dividete l’ impasto lievitato a metà, formando due palle; stendetele con le mani, fino ad ottenere due dischi alti circa 1 cm. lasciarli lievitare ancora coperti per una mezz’ora.

quindi, con le dita creare delle piccole conche sulla superficie; irrorare con l’ olio lasciato da parte e spolverare di sale. aggiungervi i condimenti ( io di solito uso il rosmarino, o le olive ). Infornate ( una alla volta se le avete disposte su teglie separate ) per circa 15 minuti, o finché non risulteranno dorate in superficie. Servitele lisce o farcite a piacimento: sono fantastiche!

Focaccia

makes 2 focaccias

  • 25g.( 0.90 oz ) baker yeast
  • 300 ml ( 1 1/5 cups ) water, lukewarm ( around 38°C, 100F )
  • 1 tbs salt flakes, plus 2 more
  • 2 tbs honey
  • 50 ml ( 1/5 cup ) olive oil, plus 4 tbs more
  • 500-700g ( 2-3 cups ) plain flour
  • to flavour: rosemary, olives, thyme, red onions, cherry tomatoes…

sprinkle the baker yeast in a clean bowl and melt it with the lukewarm water, stirring with a wooden spoon. Then, add the 50 ml olive oil, honey and 1 tbs of salt, and stir.

Then, start to add  flour, 3 tbs per time, whisking with a wooden spoon; when 2 cups are added, it will forms a soft and sticky dough, that you will have to knead with your hands. Then, cover them with flour and start to add 1 tbs of flour at a time to the dough, until silky and elastic.

In the bowl of a stand mixer, knead it with the hook attachment for 5 minutes, or by hand over a cold surface lightly dusted with flour, for at least 10 minutes. Then, cover the dough with a cloth and let it ferment for at least 1 hour ( if it’s cold outside, simply put the dough onto a baking sheet lined with parchment paper, and put it in the oven at 38-40°C ( 100F ): it works beautifully.

Preheat oven at 220°C ( 425F ).

divide the dough into 2 pieces; with your hands, press it down to 2 circles, 1 cm thick. Let them ferment under a cloth for another 30 minutes.

Then, stick your fingers in the dough to form the signature dimples; drizzle with leftover olive oil and sprinkle with reserved salt flakes. Flavour to taste.

Then, bake them for 15 minutes or until golden, one at a time if you bake them on separate baking sheets. Serve them warm, plain or stuffed. Gorgeous!

2 thoughts on “Focaccia

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: